Daily Archives: September 24, 2016

Napoli – Piazza Dante

Published by:

 

napoli

Se visiti Napoli non puoi non passare da Piazza Dante, così chiamata per la statua del Sommo Poeta posta al centro, punto di ritrovo per eccellenza dei napoletani. Una volta Largo Mercatiello, questa piazza era adibita al commercio di legumi e granaglie e per questo piena di fosse per il grano e cisterne per l’olio. Nel 1757 i napoletani la ribattezzarono Foro Carolino in onore di Re Carlo III di Borbone e vi fecero costruire un edificio celebrativo a opera dell’architetto Vanvitelli, oggi detto Convitto Nazionale di Vittorio Emanuele, che fu ceduto ai Gesuiti e divenne Collegio dei Nobili.

In Piazza Dante sono numerose le librerie, che vendono tomi nuovi e usati, e le bancarelle dove si possono trovare dischi in vinile, cartoline d’epoca, antiche macchine fotografiche e da scrivere. Accanto a Piazza Dante c’è Port’Alba, nata come un foro, detto in napoletano “pertuso”, che serviva per far raggiungere agevolmente l’altra parte delle mura. Fu creata da Don Pedro de Toledo e così denominata in onore del duca d’Alba anche se i napoletani la chiamavano “sciusciella”, dato che nella zona c’era una distesa di carrubi che i contadini chiamavano “sciusciellito”.

Pare che un fantasma si aggiri nei pressi della Porta: la leggenda narra che Maria, una donna bellissima dai capelli rossi, fosse innamorata di un uomo che si trovava al di là delle mura. Ma i due non riuscirono a incontrarsi mai, nonostante la porta, così Maria impazzì e, tacciata dal popolo di stregoneria, fu rinchiusa in una gabbia e morì di fame e di sete sotto il portico.

A Port’Alba si trova anche la prima pizzeria al mondo: nata nel 1738 come pizzeria ambulante, diventa un posto fisso solo nel 1830 e raggiunge la fama grazie alla cosiddetta “pizza a otto” perché una pizza mangiata qui poteva essere pagata anche otto giorni dopo la consumazione.